Come Contestare i Rumori Molesti

14. luglio 2018 Casa 0

La tecnologia dei tempi moderni produce, a volte, dei rumori troppo alti che disturbano la quiete ed il riposo notturno. Risulta essere il caso, ad esempio, degli impianti di climatizzazione specialmente di Enti e strutture complesse le cui apparecchiature devono restare in funzione anche la notte. Risulta essere accertato che i rumori che superano i decibel previsti dalle normative vigenti sono molto dannosi per la salute umana. Se hai a che fare con un rumore di questo genere, troppo alto per le tue orecchie che non ti fa dormire neanche la notte, segui questa guida per sapere come agire.

Telefona al responsabile dell’Ente o struttura che produce i rumori molesti anche la notte, e chiedi un incontro chiarificatore. Spiegagli la situazione comunicandogli anche che a casa tua il rumore non fa dormire la notte ed il disagio conseguente.
Se il responsabile promette di porre rimedio alla situazione ma poi, nei fatti, il rumore rimane invariato, procedi per vie ufficiali interessando gli Enti preposti.
Segnala per iscritto alla Azienda USL di competenza la situazione e riporta l’indirizzo esatto della struttura che produce il rumore molesto ed anche il tuo indirizzo compreso il telefono.
In breve tempo sarai contattato telefonicamente dai vigili sanitari per fissare l’appuntamento per il sopralluogo che si terrà a casa tua.

Il giorno stabilito, in orario compreso tra le ore 22.00 e le ore 06.00 antimeridiane per la rilevazione notturna, i vigili sanitari registreranno dalla tua abitazione, preferibilmente dalla finestra più vicina al rumore, con strumenti adatti a rilevarne l’intensità.
Si recheranno, inoltre, anche nella struttura per fare gli stessi rilevamenti vicino alla fonte del rumore.
I vigili sanitari torneranno da te per fare un’ulteriore rilevazione diurna nell’orario compreso tra le ore 06.00 antimeridiane e le ore 22.00, ed entrambi i giorni ti faranno firmare i verbali di rilevamento.

In seguito, i vigili sanitari redigeranno i verbali ufficiali dei rilevamenti con i risultati dell’intensità del rumore e le relative prescrizioni e li invieranno sia alla parte lesa, ovvero a te, e sia alla parte che arreca il disturbo.
I verbali delle rilevazioni verranno, inoltre, inviati anche al Comune di competenza, alla stazione dei carabinieri ed al giudice di pace che dovranno agire ognuno per la parte di sua competenza.
Se la tua segnalazione avrà riscontro positivo ed i verbali redatti dai vigili sanitari daranno, cioè, ragione alla parte offesa, la caldaia che emette il rumore sarà messa a norma di Legge.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *